Monaco by night

Monaco è una città giovane e con una altissima qualità della vita, derivante dall'agiatezza economica, dal clima e dalle vicine montagne e laghi. Nonostante Monaco e l'intera Baviera siano la roccaforte dei conservatori in Germania, la città è tutt'altro che noiosa e offre molte possibilità di divertimento. D'altra parte, seppur Monaco non sia trasgressiva quanto altre città della Germania (per prima Berlino), è senza dubbio una delle metropoli più sicure al mondo e non ci sono problemi a passeggiare per la città a qualsiasi ora del giorno e della notte.

La massima espressione della Monaco "bene" è l'ormai storico P1 (link al sito ufficiale), il club che si trova al numero 1 di Prinzregenten Strasse, frequentato da personaggi famosi e di spicco. Il locale non è molto grande e senza particolari accorgimenti stilistici ma la frequentazione è più che ottima, come del resto la musica. L'unico problema è che per un turista è quasi impossibile entrare al P1. Un intellettuale bavarese, Maxim Biller, ha detto del P1 :"Monaco è la città del P1 e se dite che ciò non vi piace è solo perché site invidiosi". La risposta della gente è infatti doppia: c'è chi riesce a entrarvi, e lo ama. E chi ne è escluso e dice di odiarlo. Ma al P1 non si sfugge.

Barfly A Monaco infatti i buttadentro costituiscono un vero e proprio tema di primaria importanza. Non c'è discoteca che non abbia il suo buttadentro all'ingresso. Persino nel più scalcinato locale hard rock non si entra senza aver superato l'esame.

P1 Come in ogni città del mondo i locali sono in continua evoluzione, cambiano nome e gestione, ma ce ne sono alcuni, come il P1, che restano delle istituzioni. Da quasi 15 anni un polo d'attrazione per la vita notturna è Kultfabrik - ex Kunstpark Ost - (link al sito ufficiale): si tratta di una ex zona industriale oggi riconvertita ad area dei divertimenti. Qui si trovano in uno spazio di 60.000 mq discoteche, bar, pub ed aree per concerti veramente per tutti i gusti

Sulla Landsbergerstrasse a poca distanza l'uno dall'altro il Nachtgalerie - ex Nachtwerk- (link al sito ufficiale) per un pubblico più giovane ed M-park (link al sito ufficiale), ovvero un'area di 4000 mq con diverse piste da ballo e generi di musica diversi, dalla musica latino-americana all'hause

Nel centro, vicino all' Hofbräuhaus e a Marienplatz si trova l'Atomic Café (link al sito ufficiale)in stile anni 60 e 70 frequentato principalmente da studenti. Sempre nella zona vicino a Marienplatz si trova anche il bar BuenaVista (link al sito ufficiale)che fa principalmente musica latino americana. Vi è poi la famosa Schrannenhalle (link al sito ufficiale), un centro commerciale che di notte si trasforma in un festoso "Bier Garten" notturno con musica pop e tradizionale, all'interno anche diversi ristorantini con la possibilità di assaggiare specialità bavaresi, cinesi e italiane.

Nachtcafè In un'altra zona del centro vicino a Karlsplatz si trova un club che insidia il P1 come ritrovo del JetSet: al n.5 di Maximilianplatz si trova il Pacha (link al sito ufficiale), affiliato al Pacha di Ibiza. Allo stesso indirizzo anche il NachtCafè (link al sito ufficiale) un altro disco bar sempre in voga e molto frequentato, in cui si fa anche musica dal vivo. La zona che da Karlplatz prosegue sulla SonnenStrasse è una zona molto attiva in cui vengono aperti contunamente nuovi locali, club e pub. Sulla Sonnenstrasse si trova anche il New York (link al sito ufficiale), uno dei più famosi club gay di Monaco.

Nella zona intorno a Sendlinger Tor ci sono poi diversi bar alla moda tra cui lo Ksar club (link al sito ufficiale), Die Bank (link al sito ufficiale) e Cafè am Hochaus (link al sito ufficiale). La zona che va da Sendlinger Tor a Gaertner Platz attraverso la Muller Strasse e la Frauenhofer Strasse, è considerato il quartiere gay di Monaco e oltre ai locali citati sopra ci sono diversi bar e locali gay come il Selig (link al sito ufficiale) e il Morizz.

Per concludere, un accenno ai night-club e ai luoghi di svago ...per adulti. Come molti sanno, in Germania la prostituzione è legale ed esistono quelle che, molto pudicamente in Italia si chiamerebbero "case d'appuntamento" . Se qualcuno fosse interessato a visitare un "Bordell" di Monaco non dovrà far altro che salire sul primo taxi disponibile e chiedere di essere portato in un "Bordell". E' normale che il tassista percepisca una commissione dai gestori della "casa d'appuntamenti", per cui non stupitevi se una volta raggiunta la destinazione scenderà con voi per far vedere che ha portato dei clienti.